Antidifterica-tetanica La Spezia

L'antidifterica-tetanica e' un vaccino che viene somministrato obbligatoriamente ai neonati. Viene fatto un richiamo al sesto anno e poi ogni dieci anni. Viene somministrato in diversi modi, e non tutti devono riceverlo. Per maggiori informazioni consulta la lista di strutture che dispongono dei vaccini a La Spezia.

Imprese Locali

Per tutte le informazioni relative a questa pagina contatta:nSphere.
Cirillo Dr. Ignazio
348 2282484 0187 564734
v. Canaletto
La Spezia

Informazione fornita da
Colombo Dr. Roberto
(018) 752-5931
c. Nazionale 246
La Spezia

Informazione fornita da
Villa Belvedere Mario Fluperi
(058) 579-2762
v. Torta 5
Massa

Informazione fornita da
Casa Santissima Concezione
010 2722662 010 2722637
sal. A P.ta Chiappe 1
Genova

Informazione fornita da
Dr. Andrea Ratti
0187 735368 0187 561903
p. Beverini 4
La Spezia

Informazione fornita da
Varese Dr. Massimo
(348) 511-2640
v. Dalmazia 27
La Spezia

Informazione fornita da
Dr. Andrea Ratti
0187 735368 0187 561903
p. Beverini 4
La Spezia

Informazione fornita da
Casa Di Riposo G. Ascoli
(058) 525-4594
p. M. dei Quercioli 1
Massa

Informazione fornita da
Residenza Protetta Boccadasse
010 3691836 010 3106381
v. O. De Gaspari
Genova

Informazione fornita da
Casarico Dr. Antonio
010 566998
p. Vittoria 4/17
Genova

Informazione fornita da
Informazione fornita da

Antidifterica-tetanica

La malattia
La difterite è una grave malattia infettiva causata dall’azione di una tossina (tossina difterica) prodotta da batteri che si trasmettono per via aerea. Solitamente la difterite inizia con mal di gola, febbre moderata, tumefazione del collo.

Molto spesso i batteri della difterite si moltiplicano nella gola (faringe) dove si viene a formare una membrana di colore grigiastro che può soffocare la persona colpita dalla malattia. A volte queste membrane si possono formare anche nel naso, sulla pelle o in altre parti del corpo.

La tossina difterica, diffondendosi tramite la circolazione sanguigna, può causare paralisi muscolari, lesioni a carico del muscolo cardiaco con insufficienza cardiaca, lesioni renali, fino a provocare la morte della persona colpita.

La letalità della difterite è di circa il 5% (500 ogni 10.000), ma in molti casi, nei sopravvissuti, permangono danni permanenti a carico di cuore, reni, sistema nervoso.

In Italia, prima dell'avvento della vaccinazione di massa (al termine della seconda guerra mondiale) si registravano annualmente alcune decine di migliaia di casi di difterite con più di mille morti ogni anno.

I casi di malattia si sono ridotti, fino a scomparire quasi del tutto alla fine degli anni '70, dopo che la vaccinazione antidifterica è stata praticata in forma estensiva in associazione con quella antitetanica...
Continua a leggere in mamma.it

© Mamma.it - on line dal 2000. Tutti i diritti riservati. Mamma.it ™ è un marchio registrato.
Testata iscritta al Tribunale di Parma n. 02/2004
Ultimo aggiornamento 24.04.2010
Sito sviluppato da Mavilab. Per informazioni info@mamma.it
Avvertenze del sito - Privacy