Antidifterica-tetanica Brescia

L'antidifterica-tetanica e' un vaccino che viene somministrato obbligatoriamente ai neonati. Viene fatto un richiamo al sesto anno e poi ogni dieci anni. Viene somministrato in diversi modi, e non tutti devono riceverlo. Per maggiori informazioni consulta la lista di strutture che dispongono dei vaccini a Brescia.

Imprese Locali

Per tutte le informazioni relative a questa pagina contatta:nSphere.
Marco Firmo
Via Cefalonia 70
Brescia

Informazione fornita da
Poliambulatorio Oberdan Srl
(030) 370-1312
v. Oberdan 140
Brescia

Informazione fornita da
Fleming Tecna Srl
030 395678 030 395315
v. Zadei 66
Brescia

Informazione fornita da
Perrone Dr. Carmine
030 9906367 030 397560
v. Gioberti 36
Brescia

Informazione fornita da
Tursi Adele
030 2426975 338 2479145
v. Corfu' 90
Brescia

Informazione fornita da
Poliambulatorio Santa Giulia
(030) 524-1856
v. La Malfa 24
Brescia

Informazione fornita da
C.M.P.I. - Centro Medicina Preventiva Industriale Srl
030 221051 030 224668
v. Zara 66
Brescia

Informazione fornita da
Oxi.Gen Med Srl
(030) 242-5030
v. Corfu' 71
Brescia

Informazione fornita da
Studio Dentistico Associato S. Apollonia
030 306715
v. L. da Vinci 20
Brescia

Informazione fornita da
Centro Sanitario S. Giovanni Poliambulatori
(030) 242-7331
v. Cremona 139/B
Brescia

Informazione fornita da
Informazione fornita da

Antidifterica-tetanica

La malattia
La difterite è una grave malattia infettiva causata dall’azione di una tossina (tossina difterica) prodotta da batteri che si trasmettono per via aerea. Solitamente la difterite inizia con mal di gola, febbre moderata, tumefazione del collo.

Molto spesso i batteri della difterite si moltiplicano nella gola (faringe) dove si viene a formare una membrana di colore grigiastro che può soffocare la persona colpita dalla malattia. A volte queste membrane si possono formare anche nel naso, sulla pelle o in altre parti del corpo.

La tossina difterica, diffondendosi tramite la circolazione sanguigna, può causare paralisi muscolari, lesioni a carico del muscolo cardiaco con insufficienza cardiaca, lesioni renali, fino a provocare la morte della persona colpita.

La letalità della difterite è di circa il 5% (500 ogni 10.000), ma in molti casi, nei sopravvissuti, permangono danni permanenti a carico di cuore, reni, sistema nervoso.

In Italia, prima dell'avvento della vaccinazione di massa (al termine della seconda guerra mondiale) si registravano annualmente alcune decine di migliaia di casi di difterite con più di mille morti ogni anno.

I casi di malattia si sono ridotti, fino a scomparire quasi del tutto alla fine degli anni '70, dopo che la vaccinazione antidifterica è stata praticata in forma estensiva in associazione con quella antitetanica...
Continua a leggere in mamma.it

© Mamma.it - on line dal 2000. Tutti i diritti riservati. Mamma.it ™ è un marchio registrato.
Testata iscritta al Tribunale di Parma n. 02/2004
Ultimo aggiornamento 24.04.2010
Sito sviluppato da Mavilab. Per informazioni info@mamma.it
Avvertenze del sito - Privacy