Allergie respiratorie Brindisi

Le allergie respiratorie sono quelle piu' pericolose e da tenere sotto controllo. L'asma, per esempio, non e' pericolosa per la madre in se', ma per il feto che rischia di essere danneggiato. Sono presenti altri particolari importanti. Per maggiori informazioni consulta la lista dei dottori specializzati a Brindisi.

Imprese Locali

Per tutte le informazioni relative a questa pagina contatta:nSphere.
Giovanni Di Miscia
08323156
Via Parini Giuseppe 19
Lecce

Informazione fornita da
Dr. Pasquale Sportelli
(080) 504-6869
v. Papa Innocenzo XII 7
Bari

Informazione fornita da
Sborgia Prof. Carlo
(080) 521-0669
v. Calefati 177
Bari

Informazione fornita da
Ruccia Dr.Ssa Carmela
347 9093140 080 5486274
v. Santo Mariano 11
Bari

Informazione fornita da
Ispe - Istituto Per I Servizi Alla Persona Per L'Europa
0832 306639 0832 307603
v. S. Lazzaro 15
Lecce

Informazione fornita da
Cirulli Dr. Nunzio
(080) 509-3504
v. Che Guevara 1
Bari

Informazione fornita da
Dott. Abbruzzese Vincenzo
(080) 501-6878
v. Resistenza 188
Bari

Informazione fornita da
Villa Maria Di Angelo Scarcia
(099) 472-4922
v. Lavoro 13
Taranto

Informazione fornita da
Corvasce Dr. Antonio
(088) 353-4731
v. Murge 65
Bari

Informazione fornita da
Dr. Andrea Pastore
099 337351 338 6277722 335 5375367
c. Italia 259
Taranto

Informazione fornita da
Informazione fornita da

Allergie respiratorie

L'asma bronchiale, allergico e non, è forse la patologia che desta maggiori preoccupazioni nella gestante riferite in particolare al futuro del prodotto del concepimento.

Le modificazionioni endocrinologiche comportano fondamentalmente un quadro d'iperventilazione indotta dal Progesterone.


In realtà non è facile prevedere come evolverà il quadro clinico in una paziente asmatica quando inizia una gravidanza, sebbene si è visto in alcuni studi, che un asma già grave prima della gravidanza tende a subire un ulteriore peggioramento nel corso della stessa.


In linea generale è stato riscontrato che comunque l'asma allergica sembra essere meno grave di quello non allergico e che nelle donne in cui l'asma si deteriorava nel corso della gravidanza, tale peggioramento si accentuava gradualmente a partire dal 5° mese.


L'asma non è pericolosa per la gestante, ma comporta gravi effetti negativi sul feto.


La diminuzione cronica dell'ossigeno disponibile per il feto, situazione che si può riscontrare nell'asma non controllato con idonea terapia, determina uno scarso sviluppo di vasi placentari ed una riduzione della crescita fetale...
Continua a leggere in mamma.it

© Mamma.it - on line dal 2000. Tutti i diritti riservati. Mamma.it ™ è un marchio registrato.
Testata iscritta al Tribunale di Parma n. 02/2004
Ultimo aggiornamento 24.04.2010
Sito sviluppato da Mavilab. Per informazioni info@mamma.it
Avvertenze del sito - Privacy